L'arte per la Ricerca AISNAF - centroarteclub

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'arte per la Ricerca AISNAF

Coop internazionale > L'arte per la Vita

L’associazione Internazionale Centro Arte Club di Rossano
Con il Patrocinio del Comune di Rossano e della comunità Montana Sila Greca
Presenta :
L’Arte PER LA RICERCA
Venerdì 8 giugno o 15 giugno Salone della Comunità Montana Sila GRECA

Iniziativa umanitaria con vendita delle opere donate dagli Artisti.
Sala Congressi Comunità Montana Sila Greca
Interverranno:
Dr Natale Scalise (presidente A.ISNAF)
Dr Salvatore Bugliaro (critico d’arte )
Prof. Antonio GAMBARDELLA (Neurologo)
Prof. Angelo LAVANO (Neurochirurgo)
Dr. Giovanni NICOTRA (Terapia del dolore)
Ercolino Ferraina (presidente Centro Arte Club Rossano)
D.ssa Rosellina Pirillo (Assessore alla cultura Comune di Rossano)
Dr Ermanno Marino Assessore all’Ambiente ed alle politiche sanitarie).

Gli artisti che hanno donato le loro opere;

1. ULISSE, 2. Sasà Santalucia, 3. Andrea Biffi, 4. Luigi Fuoco,
5. Silvia Barni, 6. Nino Reale, 7. Antonio Fabio Scopato,
8. Vito Sardano 9. Rosy Bianco, 10. Luigi Filizola,
11. Immacolata Tucci, 12. Luciano Del Piano
13. Salvatore Campana, 14. Quintino La Noce, 15. Debora Fede
16. Rosella Faraco, 17. Antonio Grobi,
18. Mariolina Del Popolo19. Giueppina Rendace,
20. Luciano Fabbrizio, 21. Luigi Falai
22. Nicoletti Domenico, 23. Ercolino Ferraina,
24. Franco Abate, 25. Antonio Gandossi,
26. Dorazio Fausto, 27. Oscar Tirelli
28. Gene Pompa, 29. Mario Fontana, 30. Franco Bitonti
Il ricavato sarà devoluto all’ Associazione Italiana Sindromi Neurodegenerative da Accumulo di Ferro A.I.S.N.A.F.  ONLUS


COMUNICATO STAMPA

L’arte per la vita
(di Pier Emilio ACRI)

Continua l’impegno di ercolino ferraina e della sua associazione per il sociale.

Nei giorni scorsi, Rossano ha vissuto una grande giornata nel segno della solidarietà attraverso la simbiosi fra arte, ricerca e AISNAF (Associazione Italiana Sindromi Neurodegenerative da Accumulo di Ferro), sodalizio fondato nel 2006, che nel Dott. Natale Scalise trova il suo paladino.   
 Nel salone della Comunità Montana Sila Greca allo Scalo, risultato angusto per il gran numero di presenze, organizzato dall’Associazione Internazionale Centro Arte Club e dall’Associazione Italiana Sindromi Neurodegenerative da Accumulo di Ferro (AISNAF), con il patrocinio della Comunità Montana Sila Greca s’è tenuta l’iniziativa scientifico-umanitaria con vendita delle opere di ben 36 artisti, per collaborare  nella non facile guerra contro una terribile malattia che colpisce per lo più i bambini.
Le opere donate, che saranno esposte nei locali del Centro Arte Club dal 15 al 17 giugno sono state offerte dai seguenti artisti: Abate, Barni, Bianco, Biffi, Bitonti, Bugliaro,  Campana, De Simone, Del Piano, Del Popolo, Nicoletti,  Dorazio, Fabbrizio, Falai, Faraco, Fede, Ferraina, Filizola,  Fontana, Fuoco, Gandossi, Graziano, Grobi, La Noce, Mamone Capria,  Nastasi, Pompa, Reale, Rendace, Santalucia, Sardano, Scopato, Stasi, Sturniolo, Tirelli, Tucci, Ulisse. Dopo l’intervento introduttivo del M° Ercolino Ferraina, presidente del Centro Arte Club, ispiratore dell’iniziativa, il Dott. Natale Scalise ha presentato l’AISNAF con chiarezza,  completezza e commozione.
Il Dott. Ermanno Marino, Assessore alle Politiche Sociali della Città di Rossano, con un intervento forte, prima da medico e poi da politico, ha sviscerato i problemi della sanità pubblica che mira a “far quadrare il bilancio” nei cosiddetti “stabilimenti”.
Il Dott. Salvatore Bugliaro, critico d’arte e Presidente del Club del Libro della Sibaritide, ha fornito le chiavi di lettura delle opere dei vari artisti in rassegna al Centro Arte Club, tutte fornite da forte carica espressiva.
Il Prof. Antonio Gambardella (docente di Neurologia all’Università “Magna Graecia” di Catanzaro) ha dissertato sulle varie sindromi neurodegenerative, fornendo preziose indicazioni sulle stesse, sulla diagnosi e sulla terapia, soprattutto genica.  
Il Prof. Giovanni Nicotera (direttore Uoc Anestesia, Rianimazione e Terapia del dolore all’Inrca di Cosenza) ha dato risalto alla “catena” che deve unire medici, infermieri, familiari dei pazienti per rendere più efficace la somministrazione del Baclofen nella terapia del dolore.
Il Prof. Angelo Lavano (docente di Neurochirurgia all’Università “Magna Graecia” di Catanzaro) si è interessato del trattamento chirurgico delle distonie attraverso la terapia neurolesiva, la stimolazione elettrica cerebrale Dbs (che può essere profonda o corticale).
Veramente una grossa e lodevole iniziativa che ha fatto onore agli organizzatori e che ha aperto nuovi orizzonti per la conoscenza di malattie terribili e spesso ignorate anche dai medici.
Infine Ferraina dichiara che il suo impegno in questa direzione sarà sempre più forte per aiutare quanti ne hanno bisogno, e se l’arte e lo spettacolo possono dare un discreto contributo, allora siamo sulla buona strada.

 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu