Rossano 5 anni di storia - centroarteclub

Vai ai contenuti

Menu principale:

Rossano 5 anni di storia

Un po di storia > Galleria fotografica 1994-99

“Arte e Cultura sotto la Torre”: cinque anni di magiche notti.

Tanto è stato già scritto su “Arte e Cultura sotto la Torre”, ma per la prima volta mi sia consentito esprimere alcune mie considerazioni per quanto riguarda la gestione di cinque intensi anni di attività presso la Torre S.angelo.

Da quel 22 luglio 1995, giorno dell’inaugurazione della torre, rinata dopo un provvidenziale restauro, sono stati fatti tanti passi in direzione di traguardi sempre più numerosi, ma soprattutto sempre più ambiziosi.
Il primo grande passo è stato l’idea di trasformare l’austera fortezza in monumento e teatro di Arte, cultura, e non solo. Idea nata da un casuale incontro del Sindaco di Rossano, prof. Giuseppe Caputo, con il sottoscritto, e che ci ha trovati daccordo su un concetto fondamentale: l’arte, la cultura, lo spettacolo potevano e possono essere elemento di sviluppo del Lido S.Angelo e dell’intero territorio.

E il Lido S.Angelo, squallidamente uguale a se stesso da almeno 26 anni (tanto è il tempo che vivo a Rossano), ha cominciato a rinascere, anche se la strada da percorrere per divenire un centro balneare competitivo e degno del nome che porta, dotato di strutture e infrastrutture ancora purtroppo carenti, è lunga e tortuosa. Ma Rossano, splendida città bizantina ricca di fascino e bellezze non solo naturali può davvero aspirare a divenire fulcro dell’intera fascia jonica cosentina, e non solo, se tutte le forze presenti lavorassero sinergicamente per il raggiungimento di un obiettivo comune.
Noi, come Associazione Internazionale Centro Arte Club, appoggiati dal Sindaco e dalla sua Giunta Comunale, sostenuti negli ultimi due anni anche dall’Assessorato al Turismo e Spettacolo della Provincia di Cosenza, ci stiamo impegnando proprio in questa direzione, pur tra difficoltà, problemi e spesso (purtroppo) polemiche e accuse che non hanno alcun fondamento, se non nell’ignoranza di chi le lancia.
“Arte e Cultura sotto la Torre” non è la solita festa “tradizional popolare” con l’illuminazione delle vie, i fuochi d’artificio e altro (senza voler togliere nulla, comunque, a questo genere di caratteristiche manifestazioni che sono altresì importanti e in ogni caso mentengono le tradizioni del luogo), ma è una articolata programmazione di iniziative a carattere artistico-culturale, con l’aggiunta dello spettacolo. E il turista (oltre che il cittadino rossanese) ha potuto, nel corso delle ultime cinque estati, godere di divertimento e svago a 360 gradi, scegliendo di trascorrere serate in compagnia dell’arte, della cultura o dello spettacolo.
Tutto ciò ha suscitato interesse, non solo presso i pochi operatori turistici, ma ha offerto (e potrà offrire) l’opportunità di uno sviluppo ulteriore del Lido S.Angelo, con l’eventuale apertura di nuovi locali capaci di accogliere il turista, offrendogli accoglienza e voglia di ritornare in un luogo ricco di; lidi, ristoranti, pub, discoteche, gelaterie, negozi di artigianato, ecc.

L’Associazione che io presiedo lavora soprattutto per il raggiungimento di questi obiettivi di utilità sociale e collettiva.

Ci siamo mossi in tutte le direzioni per poter soddisfare tutti (o quasi).
Impossibile elencare i partecipanti; possiamo solo citarne alcuni a titolo rappresentativo.
Nel corso di questi cinque anni sono saliti sul palco della Torre autorevoli critici d’arte di fama nazionale e oltre: il prof. Lorenzo Q. Bonini, direttore della rivista ArtLeader di Milano; prof. Domenico Guzzi, curatore della Biennale di Venezia; Dr. Gianni Morelli, vice presidente della Fondazione Ravenna Capitale...

Diecine Centinaia sono stati i rappresentanti della cultura locale e nazionale: dal prof. Giovanni Sapia, direttore dell’Università Popolare di Rossano a Mons. Luigi Renzo; dallo storico Gustavo Valente alla scrittrice e storica Adele Coscarella, e poi ancora i soci del Club del libro della Sibaritide e il suo presidente, prof. Salvatore Bugliaro; il giornalista e critico d’arte dr. Settimio Ferrari; i giornalisti RAI Gennaro Cosentino ed Emanuele Giacoia...

Innumerevoli gli artisti che si sono esibiti sotto la Torre durante le serate di danza, musica, poesia, canto: gli attori Nando Pace, Salvatore Puntillo, Pier Luigi Rizzo...
Le cantanti liriche Santina Fico, Daniela Arena, oltre alle centinaia di ragazzi e ragazze delle varie scuole di danza e musica presenti nel territorio...

E’ stato dato spazio a tanti, giovani e meno giovani, che hanno avuto la possibilità di potersi esprimere ed essere valorizzati nel corso degli anni, durante le svariate manifestazioni. Centinaia sono stati gli artisti (pittori, scultori locali o di fama internazionale) che hanno poi offerto il loro silente spettacolo all’interno della Torre; ricordiamo R. Guttuso, E. Treccani, G. Migneco, M. Cascella, A. Tamburro, C. Malacarne, F. Borghese, F. azzinari, A. Faccincani, G. Testa, A. Sassu, J. Vulic, Ulisse...
Non dimentichiamo poi i due raduni (1997-99 ) delle Associazioni provenienti da tutta Italia, da Nord a Sud...

Questo, “in pillole”, è ciò che è stata la Torre nel corso degli ultimi cinque anni.
Abbiamo ridato vita a quello che era diventato un misero pollaio nascosto da sterpi.

Non nascondiamo certo, l’orgoglio di aver lavorato duramente e a lungo per giungere a risultati che sono sotto gli occhi di tutti; ma non nascondiamo neanche la stanchezza che a volte ci fa pensare di smettere di lottare.

Ma ripercorriamo insieme, e in breve, quest’ultima estate sotto la Torre.

27 giugno 1999
Il breve concerto della pianista Giulia Valente e del soprano Santina Fico ha piacevolmente aperto la serata che ha dato il via alla V Edizione dell’Estate “Arte e Cultura sotto la Torre”. Dopo i saluti di Ercolino Ferraina e dell’Assessore alla P.I. e Cultura di Rossano, dr. Francesco Papaleo (i quali hanno sottolineato la validità di una iniziativa che ormai è diventata aspettativa e meta di tutti), sono seguiti gli interventi del dr. Giuseppe Amoruso, presidente dell’Associazione Lions Club Rossano-Sibarys, e del critico d’arte dr. Gianni Morelli, che con grande competenza, conoscenza e capacità ha catturato l’attenzione del numerosissimo pubblico presente.
Nel corso della conferenza inaugurale sono stati premiati i vincitori del III Premio Nazionale di Pittura “Torre S.Angelo - Città di Rossano”: al quarto posto in aex equo si sono classificati, con menzione d'onore, Paola Silvestrini Cappelli di Brescia e Giuseppe Lombardo di Catanzaro. Al III posto si è classificato Jeso Marinaro che ha ricevuto, oltre ad una targa e una pergamena, anche un premio di lire 1.000.00; al II posto si è classificata Giuliana Perrini di Taranto che ha ricevuto una targa, una pergamena e lire 1.500.000 offerto dall'Associazione Lions Club Rossano Sibarys; il I premio, consistente in lire 2.000.000, è stato assegnato all'artista catanzarese Corrado Rotundo. La giuria era composta, oltre che dal dr. Francesco Papaleo e dall’artista Ercolino Ferraina, dall’architetto Enrico Rizzo, dal prof. Andrea Biff,i docente di disegno e storia dell'arte, dal collezionista dr. Giovanni Pappalardo e dal Dr. G. Morelli (presidente di giuria).
Le opere vincitrici sono state consegnate al Sindaco e diverranno patrimonio della città di Rossano.

Le serate di danza, Miss e moda.
Numerose sono state le serate di spettacolo, all’insegna della danza, della bellezza e della moda.
Il 3 luglio i giovani allievi di Carmen Biscardi, direttrice dell’omonima scuola, hanno dato vita ad un coloratissimo e coreografico spettacolo; il 4 luglio la moda è stata protagonista della serata con 15 bellezze mediterranee hanno presentato una piacevole sfilata di intimo e moda mare; per l’occasione si sono esibiti “I Personaggi”, mitico gruppo rossanese.
L’11 e il 17 luglio sono state altre due serate intensissime (danza e ballo): nel corso della prima le giovanissime ballerne della Dance School Whit the British Arts hanno ben interpretato "ERCULES", fiaba tratta dal 35° capolavoro di animazione Disney. Dirette dalla spelndida Margherita Mingrone, l’esibizione è stata eseguita davanti a tanti ospiti provenienti da fuori regione (i partecipanti alla seconda edizione di ASSOCIARTE - ROSSANO). Altrettanto bella è stata, il 17 luglio, l’esibizione dei “ballomaniaci”, ovvero gli allievi dell'Associazione Ballomania, presentati dalla brava Rossella Arcidiacono;ospite della serata è stata la giovane cantante Graziella Veneziano. Il 4 agosto la giovane Stefania Murano vince la selezione regionale di MISS ITALIA davanti ad un pubblico d’eccezione. Sabato 7 agosto si è svolta l’ultima delle serate di MISS e Moda curata da Radio Raghjayda e presentata da Edda Murgo; vincitrice del titolo di Miss Estate 1999 è stata la 16enne Maria Conforti di Mirto.

Dal 10 luglio è stato dato il via alle serate culturali con una interessante serata convegnistica improntata sullo scambio artistico-culturale delle varie realtà del territorio nazionale.
La serata del 10 luglio è stata arricchita da una performace teatrale di Pier Luigi Rizzo e Marinella Pucci.

Il 12 e il 18 luglio sono state inaugurate due mostre personali: la prima è stata la mostra fotografica di Ombretta Gazzola, “L’ombra sull’orlo della luce”; la seconda è stata una mostra antologica del M° Nicola Casazza Mostra. Ad ambedue hanno partecipato, oltre alle autorità locali, anche critici d’arte e personaggi di cultura.
Domenica 1 agosto abbiamo piacevolmente assistito al recital del poeta Ciccio De Marco: poesie in dialetto e in lingua, di Ciccio e del padre suo Ciardullo (Michele De Marco). La serata è stata curata dall'Università Popolare di Rossano.
Martedi 3 agosto si è tenuto il convegno sul Brigantaggio nella Calabria Citeriore, coordinato dal Club del libro della Sibaritide; ha relazionato il prof. Mario Spizzirri.
Giovedì 5 agosto è avvenuta la cerimonia di premiazione del III Concorso di Poesia “Francesca Zicarelli”.
Col recital di poesie di Fernando PESSOA, "Il violinista PAZZO" presentato da Tullio Masneri, Sabato 21 agosto si concludono le serate culturali; alla serata hanno preso parte l'attore Nando PACE e il violinista Stefano AMATO.

Domenica 25 luglio, con un presentatore d’eccezione, Francesco Straticò, si e conclusa la III edizione del Festival di Musica leggera “Città di Rossano”. Hanno preso parte alla chermesse canora 25 giovani cantanti provenienti da tutta la regione. I vincitori sono stati rispettivamente: per la migliore interpretazione le sorelle Paola e Tiziana Serpa di Paola, al 3° posto si sono classificati Teresa Mazza e Stefania Ferraina, al 2° posto le giovanissime Dorinada Ceraolo e Olimpia Soldato, mentre al primo posto si è classificata Sabrina De Martino.
Lunedì 2 agosto e venerdì 6 agosto si sono svolte due indimenticabili serate di musica per i giovani; la prima in compagnia del quartetto Jazz “The FLOWERS STONE”. La seconda serata ha visto protagonisti un gruppo d’eccezione, IL PARTO DELLE NUVOLE PESANTI

Dal 25 luglio al 20 agosto si sono tenute due iniziative artistiche volte alla valorizzazione di giovani emergenti e al consolidamento di artisti noti. Alla prima, “Proposte d'Arte 1999”, hanno aderito circa 40 pittori non solo locali ma anche di tutto il territorio nazionale: Aino FIAMMETTA, Salvatore BONGIORNO, Salvatore CAMPANA, Margherita COSENTINO, Antonio GROBI Promenzio PANCRAZIO Junior, Promenzio PANCRAZIO Senior, Giuseppina PEDONE, Pier Luigi RIZZO. Giovanni DE ROSIS, Luigi FUOCO, Giampiero GOLLUSCIO Maria LICONTI SANTO Giuseppe LOMBARDO, Tina MASELLI, Dolores QUARTUCCIO, Pino SAVOIA, Patrizia SERGIO, Carmela STABILITO, Oscar TIRELLI, Giancarlo VALENTINI, Giuseppe VERALDI, Lucia VISCIGLIA ULISSE. Alla seconda, Firme d'Autore, sono state esposte opere di artisti di chiara fama internazionale.
Hanno concluso questa edizione di arte e cultura sotto la torre le mostre personali di Andrea Biffi, Pietro Attadia e di Jeso Marinaro.
Nella parte bassa della torre riservata all’artigianano, all’antiquariato e all’oggettistica hanno esposto; i Maestri G Battista SPADAFORA e figli, la COLONIAL TRADING Company Incontri d'Arte, le anfore di Riflessi d'Achimie, gli oggetti d'arte di Ida Bovino e Filomena Aloisio, le creazioni di Patrizia Cirò e le splendide vetrate e oggettistica di Pino De Vico.
- Sempre nella parte bassa della torre sono state esposte le opere realizzate nel mondo della scuola dagli alunni  della; Scuola Media Statale Piragineti; Scuola Media Statale c/da Amica  e la scuola Scuola Media Statale L. da Vinci.

 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu